Corso di chitarra moderna PDF Stampa E-mail

Il percorso didattico di chitarra moderna è articolato su tre livelli e per ogni livello è prevista una programmazione volta a sviluppare nell'allievo specifiche competenze teorico-pratiche.

Il corso propedeutico allo studio della chitarra moderna è così articolato:
- conoscenza generale dello strumento e del suo funzionamento
- analisi della postura e impostazione delle mani sullo strumento
- studio della tecnica separata delle mani e coordinazione delle stesse
- studio della tecnica a plettro
- gli accordi principali e i ritmi principali sulla chitarra
- studio delle note naturali e la scala diatonica maggiore di do, studio delle prime   melodie
- studio di brani facili già conosciuti dall'allievo in quanto background   culturale/musicale di base
- studio di brani specifici per lo studio degli stili musicali (pop, rock, funky, blues)

Il primo livello di chitarra si pone come obiettivo l'approfondimento degli argomenti principali del corso propedeutico e introduce lo studio dell'armonia e delle prime tecniche d'improvvisazione. Per ogni argomento trattato si analizzeranno e si studieranno brani musicali dal punto di vista compositivo, esecutivo, analisi dello stile e l'arrangiamento.

Gli argomenti trattati sono:
- la scala pentatonica maggiore e minore
- le progressioni armoniche principali alla base della musica moderna
- il blues
- lo sviluppo ritmico nell'accompagnamento e nella melodia
- le scale maggiori, gli intervalli
- classificazione degli intervalli, intervalli composti, rivolti degli intervalli, intervalli   enarmonici
- triadi, componenti dell'accordo, le triadi sui gradi della scala, tipi di triade, rivolti, i   drop, successioni enarmoniche nel modo maggiore
- gli accordi di settima, le note estranee all'armonia
- il modo minore (la scala minore naturale), le triadi del modo minore, la   successione armonica
- accenni all'uso delle tensioni armoniche e melodiche
- cadenze, la cadenza autentica, la cadenza perfetta e imperfetta, la cadenza   sospesa, la cadenza plagale, cadenza in battere e cadenze in levare, la cadenza   d'inganno, la modulazione, dominanti secondarie, tensioni disponibili sulle   dominanti secondarie
- accenni sull'utilizzo delle scale modali

Per ogni argomento sarà fornito il materiale didattico che l'insegnante valuterà in base all'interesse e agli obiettivi che stabilirà con l'allievo.

Il secondo livello è strutturato a indirizzo professionale e si pone quindi l'obiettivo di formare in maniera specifica e completa il musicista. Gli argomenti trattati sono:
- scale modali e armonia modale
- scambio modale
- studio approfondito sull'utilizzo delle tensioni armoniche e melodiche
- cenni su tecniche di arrangiamento
- relazioni tonali lontane
- le regioni armoniche
- la scala minore armonica, la scala minore melodica
- studio approfondito dei linguaggi moderni e contemporanei d'improvvisazione
- studio dei tempi composti nell'improvvisazione e nell'accompagnamento
- analisi melodica
- l'accordo di settima diminuita
- gli accordi di settima secondaria
- funzione degli accordi dissonanti diversi dalla dominante
- accordi alterati
- la sesta napoletana
- sviluppo degli accordi aumentati in relazione alla napoletana
- la scala esatonale
- le scale ottofoniche
- le scale artificiali
- armonia per quarte
- armonia per quinte
- armonia per seconde
- estensione del cromatismo
- politonalità e sovrapposizione di accordi
- studio approfondito della tecnica a plettro, la pennata alternata, lo sweep   picking, cenni sul finger picking, la tecnica mista, il tapping, il double touch.

Per il corso a indirizzo professionale sarà fornito il materiale didattico durante le lezioni. 



L'Associazione ricorda che il programma dei corsi musicali e' indicativo e puo' subire variazioni, a discrezione dell'insegnante, secondo le esigenze e l'impegno di ogni singolo allievo.